Napoli

Camaga: un’azienda leader nella manutenzione di motori MTU. L’unica officina con “banco prova” per simulare funzionamento motore

Camaga: un’azienda leader nella manutenzione di motori MTU L’unica officina con “banco prova” per simulare funzionamento motore di E.L. L’officina per la manutenzione dei motori MTU è al piano terra, alle spalle dell’ex edificio della Cirio. Siamo nell’area orientale del porto di Napoli, zona Vigliena. Per arrivare all’officina di riparazioni “Camaga”, superato l’ingresso della Darsena Petroli, si percorre una strada sovrastata da un edificio grigio, oramai in disuso ma che conserva uno strano fascino, dovuto probabilmente alle dimensioni, all’architettura caratterizzata, a diversi...

Il Forte di Vigliena deve essere recuperato all’uso pubblico. In un decreto interministeriale l’impegno dell’Autorità Portuale

L' opinione Il Forte di Vigliena deve essere recuperato all’uso pubblico In un decreto interministeriale l’impegno dell’Autorità Portuale Sergio Marotta *   Il Forte di Vigliena fu costruito su ordine del Vicerè spagnolo Juan Manuel Fernandes Pacheco, duca di Escalona e marchese di Villena, all’inizio del XVIII secolo. Era una batteria costiera armata di cannoni che doveva servire alla difesa della costa dagli attacchi provenienti dal mare, impedendo  alle navi nemiche di fermarsi in rada. Eppure l’episodio più importante che ha reso immortale quel...

Wartsila: leader nella costruzione di motori diesel. A Napoli la centrale di assistenza. Il ruolo dell’officina di Calata Porta Massa per riparazioni di motori e di centrali elettriche

Wartsila: leader nella costruzione di motori diesel. A Napoli la centrale di assistenza Il ruolo dell'officina di Calata Porta Massa per riparazioni di motori e di centrali elettriche di Emilia Leonetti E’ una delle più importanti officine, presenti nello scalo partenopeo sin dalla fine degli anni quaranta del secolo passato. Creata dalla FIAT “divisone mare” per la costruzione di motori navali, passata, verso i primi anni settanta, all’IRI divenendo “Grandi Motori Trieste” assorbita poi da Fincantieri, per essere infine acquisita, la divisione...

La merce non unitizzata nel porto di Napoli: la “catchment area” attuale e potenziale

L'opinione La merce non unitizzata nel porto di Napoli: la “catchment area” attuale e potenziale di Roberto Cinquegrani* Comprendere la zona geografica di riferimento di una infrastruttura che genera connessioni rappresenta una delle principali sfide sia per chi si serve dell’infrastruttura stessa per il proprio business sia per chi l’amministra. In linea di principio l’area d’influenza di un’infrastruttura di trasporto è definita come l’area in cui l’utilizzo della stessa è economicamente conveniente rispetto alle possibili alternative. Nella teoria economica, quindi, la funzione dei...

Universiadi 2019: il piano dell’AdSP per gli atleti

Universiadi 2019: il piano dell’AdSP per gli atleti Il villaggio sulle navi da crociera e percorsi protetti per i 4.400 studenti di E.L. I lavori per la pavimentazione dell’area di circa 30 mila mq, compresa tra il molo dell’Immacolatella Vecchia e il molo Angioino sono partiti, e si concluderanno entro la metà di giugno. L’impresa che si è aggiudicata l’appalto, per un importo di 2 milioni e 400 mila euro, è impegnata a ritmi serrati per assicurare il piano predisposto dall’ufficio tecnico...

Il ruolo di presidio per attività di “service” dell’officina di Calata Porta Massa

Andrea Bochicchio: President & Managing Director di Wartsila Italia Il ruolo di presidio per attività di “service” dell’officina di Calata Porta Massa   Qual è la strategia che Wartsila intende sviluppare in Italia, in particolare per l’area meridionale rappresentata dall’azienda operativa nello scalo partenopeo? "Il sito di Napoli mantiene un ruolo di presidio per le attività di services nell’area del sud Italia, sia per le caratteristiche (struttura leggera e flessibile) sia per la presenza nell’area di clienti strategici per Wartsila Italia, tanto...

Approfondimenti in pillole. Viabilità del porto: interventi immediati. Lo chiede Domenico De Crescenzo

Approfondimenti in pillole  Viabilità del porto: interventi immediati. Lo chiede Domenico De Crescenzo La  tempestività nelle scelte, fondamentale per la competitività dello scalo di E.L.  Domenico De Crescenzo è a capo della società di Spedizione “DeCrescenzo” ricopre diversi incarichi tra cui quello di componente dell’Organismo di Partenariato dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale, Presidente Commissione Doganale Fedespedi, Coordinatore Confetra Mezzogiorno, Presidente Consiglio Territoriale Doganalisti. L’ho intervistato su alcuni temi che riguardano le condizioni indispensabili per sostenere  la crescita del porto di...

Quattro domande a…Luciano Stella: il porto set ideale perché spazio antico e dell’immaginario

Quattro domande a.. Luciano Stella: il porto set ideale perché spazio antico e dell’immaginario Il produttore cinematografico  parla della sua passione per lo scalo di Napoli di Emilia Leonetti  Vorrei iniziare la nostra intervista dalla conoscenza del porto di Napoli? Lo conosce, lo vive? “Come molti napoletani conosco una  porzione del porto, e ne ho una sua parziale visione perché ci passo davanti ogni giorno per andare al lavoro e  perché uso spesso il servizio di Aliscafi e traghetti del Molo Beverello. In...

Demolizioni navali: un’attività difficile che rischia di scomparire

Demolizioni navali: un’attività difficile che rischia di scomparire La concorrenza dei Paesi Asiatici mette a dura prova chi opera nel settore   di Emilia Leonetti E’ una piccola azienda con una tradizione antica. La S.I.O.M.I srl, officina di demolizioni navali, è presente nello scalo partenopeo da oltre 50 anni. La prima denominazione dell’azienda  era “Salvatore Palermo snc”, dal 1994 trasformata in S.I.O.M.I srl. In tutto sette dipendenti, di cui tre soci. La sede è un edificio su due piani, con il piano terra destinato...

I numeri dell’evento Universiadi 2019 e il ruolo del porto di Napoli

I numeri dell’evento Universiadi 2019 e il ruolo del porto di Napoli Il Commissario Gianluca Basile racconta l’impegno e le attese legate alle Olimpiadi degli studenti di Emilia Leonetti   Tra poco più di un mese ospiteremo, per le Universiadi 2019, 8 mila atleti, di cui 4 mila nel porto di Napoli. Saranno presenti 124 Paesi. Un’occasione unica per mostrare al mondo le nostra capacità nell’accogliere giovani che provengono da tutto il Mondo. A che punto è la macchina organizzativa? “La macchina organizzativa...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi